come superare la crisi con un negozio fisico

Negozi fisici: come vendere per sopravvivere alla crisi

Il 2020 ha cambiato per sempre il modo di fare impresa in Italia.

I negozi chiusi, l’impossibilità di spostarsi liberamente e la crisi economica hanno accelerato il processo di digitalizzazione che era già in atto.

Tra restrizioni, persone spaventate e ordini online i clienti che entrano in negozio a comprare i tuoi prodotti sono sempre meno.

Secondo Emarketer a metà 2020 si è registrata una crescita dell’e-commerce senza precedenti.

Il 20% in più delle aziende italiane ne ha aperto uno per sopravvivere alla crisi.

Se sei un imprenditore di un negozio fisico alla ricerca di nuovi modi per reinventare i tuoi servizi e avere dei guadagni più stabili continua a leggere.

In questo articolo troverai informazioni utili per:

Perché costruire la tua presenza online oggi?

costruire presenza online

I dati parlano chiaro.

Nel 2020 oltre 2 milioni di clienti hanno effettuato il loro primo acquisto online, rispetto ai 700 mila nuovi registrati nell’anno precedente.

Inoltre una ricerca di Havas Milan ha reso evidente che 9 italiani su 10 continueranno a preferire lo shopping online anche a fine emergenza sanitaria.

La tendenza a preferire gli acquisti online è piuttosto marcata ed evidente.

Se fino ad ora hai scartato i canali digitali perché pensavi non si adattassero al tuo tipo di attività.

Credevi di non possedere le competenze necessarie.

Avevi paura di cambiare.

Oggi il digitale è l’unica opportunità per far sopravvivere la tua azienda.

 

Il Sole 24ore scrive che le aziende che hanno ottenuto performance migliori in questo periodo sono quelle che sono riuscite a creare un’esperienza fluida.

 

Gli imprenditori che hanno saputo unire presenza fisica e digitale, mettendo il cliente al centro con lo unified commerce, sono stati premiati.

 

Ecco alcuni dati:

Fatti notare con la vetrina online

perché aprire una vetrina online

Esistono diversi modi per vendere i tuoi prodotti online.

Creare e gestire il tuo sito con la parte relativa all’e-commerce se sei ancora inesperto può spaventare.

Non ti preoccupare.

Per farti conoscere online puoi scegliere tra vari canali, tenendo conto del tempo, del budget a disposizione e delle dimensioni della tua attività.

1. Crea e gestisci i profili social della tua azienda

Condividi l’identità del tuo brand anche sui social network e mantienili attivi.

Genera curiosità verso i tuoi prodotti e fai percepire il loro valore a chi ti segue.

In questo modo il tuoi attuali clienti e i prospect potranno ordinare i tuoi prodotti in tutta comodità e riceverli a casa.

Puoi scegliere di fare tu stesso le consegne oppure incaricare un corriere per le lunghe distanze.

2. Apri la tua vetrina in piattaforme di vendita online

Tra le piattaforme più conosciute per vendere i tuoi prodotti c’è Amazon.

Questo Marketplace ti permette di avere la visibilità che con il tuo e-commerce sul sito forse non avresti e vendere i tuoi prodotti in tutta Europa.

3. Aggiungi lo shop online al tuo sito web

Il sito offre l’opportunità ai tuoi clienti di conoscere meglio te e la tua attività prima di acquistare.

È una presenza più formale rispetto a quella sui social.

Qui puoi di far emergere più liberamente l’identità del tuo brand.

 

Ricordati di inserire sempre un contatto affinché gli utenti possano comunicare con te e farti domande sui prodotti.

Quando utilizzi uno o più di questi canali fai attenzione alla coerenza con quella che è l’identità del tuo negozio fisico.


Al contrario rischieresti di mettere in confusione i tuoi clienti.

E se il mio prodotto va consumato subito?

food delivery

È impensabile ordinare un caffè in un bar lontano da casa e attendere che il corriere ce lo consegni in 5-7 giorni lavorativi.

I canali che abbiamo analizzato fino ad ora funzionano in parte per il settore ristorativo.

Pasticcerie, bar, ristoranti devono utilizzare strategie alternative.

In questi casi le esigenze del cliente quali sono?

1. Poter ordinare il cibo da casa.
2. Riceverlo ancora caldo velocemente.
3. Non perdere troppo tempo in fila davanti al negozio.
4. Continuare a mantenere le sue abitudini.

Ci sono vari modi per andare incontro alle esigenze dei tuoi clienti e aumentare gli incassi.

La catena di caffetterie statunitense aveva già creato nel 2014 un’app per ordinare e pagare le bevande e andare in un secondo momento a ritirarle.

Questa loro idea nel 2020 ha spopolato perché ha ridotto i tempi di permanenza all’interno del locale e ha reso più osservabile il distanziamento sociale.

Starbucks app

Che cosa puoi imparare da Starbucks?

Progettare un’app come la loro potrebbe non essere la soluzione migliore per te.

Ciò che potresti concretamente fare è iscriverti ad una o più app già esistenti di food delivery.

 I vantaggi sono la possibilità di accettare o rifiutare gli ordini, essere pagati in anticipo e non doverti preoccupare di effettuare la consegna.


Funziona anche in Italia?
Sì.

La Repubblica spiega come oggi il 93% delle città italiane, con popolazione superiore ai 50.000 abitanti, è coperto dai servizi di consegna a domicilio.

Quasi un abitante su due può ordinare online piatti pronti.

L’Osservatorio di Just Eat rivela che il digital food delivery è in costante crescita in Italia.

In numero dei ristoranti che offrono i loro servizi su queste piattaforme è aumentato del 30% nel 2020.

 

Grazie per aver letto questo articolo fino alla fine.


Ora sai che: 

Il mondo è in continuo movimento, le esigenze dei clienti cambiano e gli imprenditori come te devono riuscire ad anticipare le tendenze del mercato.

 

Per aiutarti abbiamo raccolto solo per te tutte le informazioni dei nostri migliori esperti su marketing, management, vendita e molto altro.

 

Scopri il Money Maker Summit https://www.money-maker.it/

Money Maker © 2020

Evoluzione Personale s.r.l. Viale Città d’Europa 609 00144 Roma P.IVA 14875271000 | Privacy Policy
Questo sito non fa parte del sito Facebook o Facebook Inc. Inoltre, questo sito NON è approvato da Facebook in alcun modo. FACEBOOK è un marchio registrato di FACEBOOK, Inc.
*This Website is not a part of Facebook or Facebook Inc. Additionally, this site is NOT endorsed by Facebook in any way. FACEBOOK is a trademark of FACEBOOK Inc.
Sito e Marketing a cura di Re-Mark.it